07 Maggio 2021
News

"ZITTI E BUONI" VINCONO I MANESKIN

07-03-2021 15:07 - Musica e Spettacolo
SANREMO 2021 "IL FESTIVAL DELLA POSSIBILITÀ”

Si è concluso il 71° Festival della Canzone Italiana, a vincere la canzone “Zitti e Buoni” dei Maneskin.

Amadeus, ieri sera, dopo la proclamazione, ha definito il Festival un “Sanremo Rock”. Una vittoria insolita, fuori dagli schemi, accettabile o no, ha vinto un gruppo di giovani e già questo è tanto, avvicina il mondo dei grandi ai giovani.

Un ribaltamento della classifica, che dava per vinto Ermal Meta, arrivato terzo e vincitore del premio “Bigazzi” per il miglior arrangiamento della canzone: “un milione di cose da dirti”.

Al secondo posto Francesca Michielin e Fedez con il brano: “Chiamami per nome” - una risalita in classifica solo nell’ultima serata, ma che risulta già uno dei brani più scaricati.

Cosa importa della classifica, ognuno ha il suo vincitore e va bene cosi, che poi si sa a decretare il vero vincitore saranno le radio, il digitale e le vendite (quando si vendevano ancora i dischi). Da oggi torneremo ad ascoltare la nostra Playlist, la musica che definiamo “nostra” e magari scopriremo canzoni sanremesi alle quali non abbiamo dato considerazione, la musica ha bisogno di tempo e attenzione.

Tra musica e conferenze stampe, tra critiche e apprezzamenti, questo è stato il Festival della “Possibilità”. Come canta Gazzè, nella sua canzone portata al Festival il Farmacista”: “SI PUO FARE”. In molti hanno pensato che questo Festival non andava fatto per rispetto alla sofferenza di questo tempo, allora nessun programma televisivo andrebbe fatto. Sicuramente qualcosa non andava bene - troppa pubblicità- troppi ospiti – troppo lungo, ma non credo ci sia stata mancanza di sensibilità, credo si sia voluto dare un segnale di ripartenza, per quel settore che da un anno è fermo, il lavoro è dignità e per chi è abituato sempre a lavorare, non credo che le sovvenzioni siano una consolazione e lo stare fermi non porta a niente. C’è bisogno di normalità nella non normalità e con le giuste cautele tornare a far muovere la nostra vita.

Un festival con molti generi musicali, per avvicinare i giovani e per dare luce ad artisti che in molti non conoscono e che meritano di essere conosciuti: WILLY PEYOTE – FULMINACCI- LA RAPPRESENTANTE DI LISTA – MADAME – GHEMON – LO STATO SOCIALE – RANDOM – FASMA – COMACOSE – GIO EVAN.

Ad alcuni sarà piaciuto, ad altri no, ma cosa importa? La musica, l’arte è un momento di condivisione. Quanti si sono ritrovati a fare la propria classifica personale? Quanti si sono ritrovati a criticare? Quanti hanno scritto: “io non lo vedo” – eppure eravamo tutti lì ad esprimere un giudizio.

È stato uno spettacolo, bello o brutto, ognuno lo decide per sé. Sicuramente è stato un po’ come la canzone di Di Martino e Colapesce: “metti un po’ di musica leggera perché ho voglia di niente, anzi leggerissima” – non sempre dobbiamo pensare quando guardiamo la Tv e un po’ di leggerezza oggi non guasta.

BUONA MUSICA A TUTTI.



Fonte: Jennifer Iacovino - Platea Magazine

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa Privacy
Testo dell´informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa Privacy  obbligatorio