06 Maggio 2021
News
percorso: Home > News > News

MENTE LOCALE YOUNG - Le scuole italiane raccontano il territorio

01-05-2021 03:00 - News
14 film e 700 studenti di istituti secondari di primo e secondo grado in giuria per la prima edizione del concorso nazionale che seleziona il meglio della produzione audiovisiva realizzata dalle scuole italiane in tema di racconto del territorio

Tutto è pronto per la prima edizione di “Mente Locale Young – Le scuole italiane raccontano il territorio” il concorso nazionale che seleziona il meglio della produzione audiovisiva realizzata dalle scuole italiane in tema di racconto del territorio, che dal 3 al 9 maggio sarà in streaming gratuito e accessibile da tutta Italia su Docacasa.it con 14 i film in gara e 700 studenti di istituti secondari di primo e secondo grado provenienti da tutto il territorio nazionale per la giuria ‘Young’, al fianco della giuria professionale‘Senior’ composta dal critico cinematografico e professore universitario Roy Menarini, dalla regista, sceneggiatrice e produttrice Enza Negroni e dal filmaker, saggista e docente Riccardo Palladino.

Organizzato da CARTA|BIANCA APS e finanziato da MiC e MIUR attraverso il bando nazionale ‘Cinema per la Scuola – Buone Pratiche, Rassegne e Festival’ 2019, Mente Locale Young ha selezionato i 14 lavori finalisti dai 141 arrivati dalle scuole di ogni ordine e grado di tutta Italia.

“La selezione non è stata semplice, il livello dei lavori era alto e ci ha restituito il ritratto di una scuola vivace e ricettiva, in grado di fare tesoro delle opportunità dei laboratori di cinema per raccontare il territorio senza retorica, con una pluralità di sguardi e di coinvolgere, oltre ai soggetti all’interno degli istituti, figure professionali di alto livello, favorendo un incrocio di generazioni e competenze che fa ben sperare e che ci auguriamo possa riprendere al più presto dopo questo periodo di grandi difficoltà” - dichiara il direttore artistico del festival, Giulio Filippo Giunti – “il nostro grande rammarico è di non aver potuto quest’anno realizzare iniziative in presenza, ma allo stesso tempo lavorare online ci ha permesso di avere ben 700 giurati, insieme a una giuria ‘Young’ tunisina grazie a Cefa Onlus, e di mettere in connessione tra loro studenti e docenti, un risultato straordinario per una prima edizione in tempi di pandemia”.

Disponibili gratuitamente sulla piattaforma creata dall’associazione DER Documentaristi dell’Emilia-Romagna - alla pagina dedicata https://docacasa.it/festival/festival-mente-locale-young/, dal 3 all’8 maggio con replica dei vincitori il 9 maggio, i 14 audiovisivi selezionati per il concorso – 11 provenienti dalle scuole superiori - offrono un mosaico di sguardi, spesso accomunati dal filo conduttore dell’amore per il proprio territorio e allo stesso tempo dalla tensione verso un altrove che si desidera scoprire.

È questa tensione alla base di Movida, realizzato da alcuni allievi di un liceo di Feltre (Belluno) con la supervisione e la regia di un ex allievo, Alessandro Padovani: un viaggio nella montagna, luogo incantato e amato ma anche luogo da cui fuggire. Allo stesso modo, ma all'altro capo d’Italia, il mare di Marsala è il luogo del cuore da cui alla fine della scuola forse partire per andare AdOvest - andare e restare, nel lavoro degli studenti di un liceo della città diretti da Alessio Piazza e Francesco Dinolfo.

Ma ci sono anche racconti solitari, di giovani filmaker che frequentano le scuole superiori e hanno prodotto il proprio lavoro durante il corso degli studi: è questo il caso di Oltre il solleone, un lavoro di osservazione straordinariamente maturo sul Cilento meno conosciuto, e de Il gigante addormentato, che ci porta alla scoperta di un rudere contemporaneo, un non-luogo inquietante nella provincia lombarda.

Le città sono spesso lo sfondo di racconti di architetture e bellezza, come nei ritratti che arrivano da Ferrara (La città) e Bari (La mia città), o un insieme di ricordi e sguardi sulla natura o su luoghi del passato come nei Passaggi al limite del liceo artistico di Venezia alle prese con l’ex ospedale marino, i suoi ricordi, la natura che oggi lo ha invaso e un interrogativo sul futuro, o ancora Cinema Roma, la scoperta dei ragazzi di Sinnai di un luogo di incontro perduto;ma anche racconti ironici, come la storia di Imola, sempre in bilico tra Emilia e Romagna, di In medio stat Imola, e la Genova raccontata da turisti e viaggiatori di La mia città: punti di vista.

Ma tutti i generi sono rappresentati nella selezione di Mente locale Young: la fiction del corto So’ vivo, struggente racconto della ricerca del mare di un ragazzo sordomuto alla periferia di Napoli, o di Ghineka Grika, minuzioso lavoro di ricostruzione che ha coinvolto un istituto comprensivo in provincia di Lecce in un progetto a tutto tondo tra letteratura, lingua, musica e cinema, e vede i ragazzi recitare anche in griko; il viaggio di formazione a Lampedusa documentato da studenti bolognesi in Con i nostri occhi e, ultimo ma certo non per importanza, il reportage accuratissimo sulla Statale 106e la sua difficile storia passata e presente realizzato da un istituto tecnico di Soverato.

Le 14 opere finaliste saranno valutate dai 700 ragazzi della giuria ‘Young’ che nei mesi di marzo e aprile hanno seguito il percorso didattico online, previsto dal festival, sul tema del linguaggio audiovisivo e della critica cinematografica a cura di Roy Menarini e Riccardo Palladino, e che assegneranno un premio di 500 euro al miglior film.

La giuria professionale‘Senior’, invece, assegnerà tre premi, tutti e tre del valore di 500€: uno alla miglior opera in concorso, uno alla miglior recensione scritta dagli studenti delle medie ed uno alla miglior recensione scritta dagli studenti delle superiori.

Grazie alla collaborazione con Cefa Onlus ci sarà anche una terza giuria composta da giovani tunisini di età compresa tra gli undici e diciassette anni, coinvolti nei progetti di formazione cinematografica delle associazioni partner CEFA ArtRue e Sentiers-Massarib, che ha seguito lo stesso percorso didattico delle altre giurie ‘Young’, in lingua francese. La valutazione delle opere da parte degli studenti tunisini si sommerà a quello delle giurie young degli studenti italiani. Anche la giuria Cefa concorrerà al premio per la miglior recensione, insieme alle giurie formate dagli studenti delle scuole medie.

La premiazione si svolgerà sabato 8 maggio alle ore 11, sempre in streaming, su Docacasa.it nella sezione “eventi live” della piattaforma.

Nato dall’esperienza di Mente locale - Visioni sul territorio, festival internazionale dedicato a promuovere e valorizzare il racconto del territorio attraverso la narrazione audiovisiva che quest’anno giunge alla sua ottava edizione, Mente Locale Young – le scuole italiane raccontano il territorio è organizzato da CARTA|BIANCA APS, finanziato da MiC e da MIUR attraverso il bando nazionale ‘Cinema per la Scuola – Buone Pratiche, Rassegne e Festival’ 2019, in partenariato con Associazione Culturale Amici del Vittoria Aps, Astra s.a.s., Cefa Onlus, Cineclub Sassari, Justeentime s.r.l. - Radio Immaginaria, Associazione culturale CTM, DER - Documentaristi Emilia -Romagna, Cinema Bristol Multisala; e con il patrocinio del Comune di Valsamoggia.

Piattaforma festival:


Informazioni sul festival:




Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa Privacy
Testo dell´informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa Privacy  obbligatorio