Esce GO, il primo libro al mondo multimediale e in realtà aumentata

14.05.2020

È un record tutto italiano e sta rivoluzionando il mondo dei libri: si chiama GO ed è il primo libro in realtà aumentata al mondo, dinamico e multimediale, che parla di futuro, innovazione sostenibile e futuri dell'umanità

Milano, 14 maggio 2020 - È italiano il primo rivoluzionario libro a realtà aumentata al mondo. Più che un libro è un vero e proprio progetto editoriale, una piattaforma multimediale, o a scelta un libro dinamico checambia in continuazione, con animazioni in realtà aumentata, e senza una fine come accade nei normali libri.

Un libro futuristico insomma, che guarda avanti, ed è in assoluto il primo che non si limita a parlare di innovazione, ma che la mette in pratica, la promuove la sostiene e la finanzia.

COME SI LEGGE GO, IL PRIMO LIBRO IN REALTÀ AUMENTATA AL MONDO

Go, che si può comprare tramite il sito internet www.golibro.it, si può leggere normalmente come un libro, oppure scaricando l'applicazione Giancarlo Orsini sia su IOS che Android, inquadrando le pagine che contengono il marker AR compreso le due copertine, compariranno i contenuti multimediali inseriti.

A questo punto:

  • si potrà ascoltare la radio grazie ad un accordo strategico con il gruppo Radio Mediaset ,
  • si potranno vedere i video delle interviste dei 14 incredibili testimonial alla fine di ogni capitolo,
  • Si potrà scrivere l'ultimo capitolo con una storia di innovazione tutta italiana, in una delle ultime 10 pagine bianche e i lettori potranno leggerle grazie alla Realtà aumentata, e votare la preferita. Alla fine di un anno con il ricavato delle vendite del libro si andrà a finanziare l'innovazione più votata e apprezzata dai lettori.
  • Chi si ritiene un innovatore e ha un idea nel cassetto da tempo può inviarla all'autore e se ben strutturata verrà pubblicata su una delle pagine bianche del libro, che prevede anche la partecipazione attiva dello stesso lettore.

Ecco perchè GO è un libro che non ha la parola fine e l'ultimo capitolo lo scrive il lettore.

Ma di cosa parla il futuristico GO?

GO contiene tanto materiale, esce proprio nel periodo in cui l'intero mondo in lockdown ha smarrito la bussola del futuro, nel periodo in cui un nemico invisibile, ovvero il Covid-19, si è insinuato nelle nostre vite, sconvolgendo l'intero pianeta e cambiando radicalmente la visone del futuro di miliardi di persone e milioni di aziende, GO parla al lettore di tante tematiche:

  • Disegna scenari futuri, parla di quelle caratteristiche evolutive, psicologiche, sociali, che ci hanno reso gli artefici del nostro destino e di quello di tutte le altre specie del pianeta.
  • Parla di umanità, prima che di futuri. Parla della resistenza al cambiamento come una costante nei grandi momenti rivoluzionari della storia dell'uomo: la paura del futuro non è una cosa nuova, e non sono nuove le voci di chi dice che presto saremo tutti morti per colpa dell'ultima trovata della tecnologia (era così con le "carrozze senza cavalli", sarà così con le "auto senza conducente").
  • Affronta i grandi temi dell'innovazione: cosa significa modificare i perché delle cose che facciamo (non solo i come) e come si può arrivare a costruire prodotti che risolvano problemi, invece di crearne.
  • Parla di relazioni tra esseri umani, del futuro dell'ambiente, e guarda ai punti di forza che ci potranno salvare dai disastri che abbiamo alle porte: il nostro bisogno e contemporaneamente la nostra abilità di stare insieme, di collaborare, di espandere l'uno la portata delle intelligenze degli altri per la risoluzione di problemi molto complessi. È stato già fatto in passato, sarà fatto ancora.
  • Parla del presente e su come siamo arrivati sull'orlo di crisi gigantesche. Ma anche di possibilità altrettanto grandi. Basta solo coglierle. E per farlo, non abbiamo bisogno di rappresentazioni alla Black Mirror: abbiamo bisogno di alzarci dal divano, metterci in rete, e andare, alzare la testa e costruire con fiducia e ottimismo il nostro nuovo futuro.
  • GO! è infine un libro speciale anche perché, come dovrebbe essere normale per un libro che parla di futuri, al plurale, non ha la parola Fine.

RIGUARDO GIANCARLO ORSINI

Giancarlo Orsini, manager e divulgatore scientifico, è una figura di punta nel campo della formazione da oltre 26 anni.

Unendo il lavoro con una grande passione per l'innovazione e la tecnologia, ha ideato un seminario che lo ha portato a incontrare oltre 500.000 persone in tutto il paese.

Dal 2012 è responsabile dei percorsi formativi alla clientela per le aree dell'innovazione e dell'educazione finanziaria. Dallo stesso anno è anche l'autore del sito www.GiancarloOrsini.it un portale dedicato a notizie e approfondimenti su tecnologia, innovazione e progresso.

Per ulteriori informazioni su GO il sito ufficiale è raggiungibile al link www.golibro.it.