Coronavirus tra musica e sport

25.02.2020

Ormai da giorni si parla del "coronavirus" che sta interessando la nostra bella Italia. Un'emergenza che sembra quella già vissuta nel dopo guerra.

7 vittime e oltre 250 contagi in Italia con due nuovi casi a Firenze e Palermo e tantissimi studenti, lavoratori che rientrano nelle proprie regioni (ancora senza contaminazioni) pensando di restare al riparo ma sottovalutando il rischio contagio e diffusione.

l'Italia è il terzo paese al mondo per numero di contagi da Coronavirus Sars-CoV-2; ma quanto questo allarmismo sta facendo ad un economia già difficile e lenta?.. quanto ancora subiremo da questa epidemia e cosa ancora dobbiamo aspettarci?...

Tutti i settori nel vortice epidemico che sembra quasi un film apocalittico che siamo abituati a vedere solo sul grande schermo. Ma la realtà è questa e dobbiamo iniziare a conviverci e soprattutto a resistere.

Anche e soprattutto lo show business e il mondo dello sport si ritrovano a vivere questo momento delicato. Il coronavirus infetta anche gli instore e i concerti dei cantanti che sono reduci dalla kermesse Sanremese. Da Gabbani ai Pinguini Tattici Nucleari, da Piero Pelù a Elettra Lamborghini alcuni degli artisti dell'ultima edizione del Festival annunciano sui social i cambi di programma sui loro prossimi eventi per precauzione, nell'attesa che l'emergenza rientri alla normalità. Anche Brunori Sas ha annullato i suoi appuntamenti, la data zero di Vigevano, in programma il 29 febbraio, è stata cancellata. Rinviati, invece, altri live del tour: martedì 7 aprile, Casalecchio di Reno (BO); mercoledì 15 aprile, Torino; venerdì 17 aprile, Forum di Assago (MI); domenica 19 aprile, Jesolo (VE). Sospese anche le date dei Negrita. Annullato anche il concerto di Francesca Michelin al Serraglio di Milano previsto il 27 febbraio. Invece spostato al 20 marzo il concerto di Antonello Venditti previsto il 29 febbraio a Jesolo.

Anche il mondo dello sport nel caos per l'effetto coronavirus. Udinese-Fiorentina, Milan-Genoa, Parma-Spal, Sassuolo-Brescia, Sampdoria-Verona e l'attesissima Juventus-Inter si disputeranno a porte chiuse. In assenza di ulteriori sviluppi si dovrebbero invece disputare regolarmente (a porte aperte) Lazio-Bologna, Napoli-Torino, Lecce-Atalanta e Cagliari-Roma.

Ora in attesa dei risultati del vertice tenutosi nella giornata odierna tra i governatori delle Regioni con il Capo del Governo Conte, attendiamo di apprendere come e cosa faremo, ma nel frattempo come dicevano in un noto film i grandi attori Benigni e Troisi " non ci resta che piangere".