16 Maggio 2021
News
percorso: Home > News > In Platea con

IN PLATEA CON… “SISTA”

08-02-2021 15:30 - In Platea con

“Sista” è un'artista che nel corso della sua lunga carriera musicale, tra l'Italia e l'Estero, si è dedicata a sperimentare, a scoprire nuove sonorità.

La sua attitudine è il Soul, il Funky, l'Acid Jazz e in questa chiacchierata ci racconta come e perché ha deciso di scrivere per lei un testo in Italiano che non sarà l'ultimo.

Ha sempre scritto in italiano per altri e in inglese per lei, dal 2007 fa parte come selezionatrice del Tour Music Fest, si dedica molto alla musica emergente tanto da creare insieme al fratello e ad altri musicisti la MAD RECORDS per dare vita a nuovi progetti musicali e dare maggiore voce ai giovani artisti.

Dal 29 Gennaio è in rotazione radiofonica “SOSPESI”, brano scritto durante il lockdown nel marzo 2020.

SOSPESI: “Una canzone che mette al centro l'importanza del rallentare, di dare un cambiamento ad un qualcosa che poi ritroveremo.


J: Buon Pomeriggio Silvia
S: Buon pomeriggio a te

J: Prima di parlare di “Sospesi” singolo appena uscito, mi piacerebbe parlare del tuo percorso artistico.
S: Appartengo con fierezza alla generazione del Live, ho iniziato molto presto sui palchi, quindi prima di pubblicare e iniziare il mio percorso come cantautrice, sono stata solista per tanti anni cantando Acid Jazz, Funky e Soul, in italia e all'estero, ecco perché la scelta del nome “Sista” che a che fare più con il mondo black e soul.

L'esperienza dei live mi ha portato a lavorare molto in Italia come corista, ho fatto tournée con Alex Britti, televisione, teatro. Poi mi sono spostata a lavorare all'estero, sempre continuando a lavorare in italia, però con un piede anche fuori alla ricerca di queste sonorità straniere.

J: Che differenza hai notato, musicalmente parlando, tra L'Italia e l'Estero?
S: All'estero è un po' diversa la concezione del musicista, del mondo dello spettacolo e dei suoi addetti ai lavori, non voglio dire meglio o peggio, ma sicuramente l'investimento che viene fatto sulla musica ha poi un riscontro in tutti i livelli. Per esempio, una cosa che è maggiormente sviluppata è la cultura delle jam session, il locale dove puoi presentare la tua musica tutti giorni anche non essendo nessuno. Esiste un attenzione maggiore e un ascolto diverso da parte delle persone, c'è meno diffidenza e sono molto più aperti ad ascoltare cose nuove senza partire prevenuti.

J: Le tue canzoni nascono in Inglese ma “Sospesi” è il tuo primo brano scritto In Italiano. Cosa ti ha portato a questa scelta?
S: Per me ho sempre scritto in inglese e per altri in Italiano.
Prima del lockdown era partito il progetto “Sista” tra Londra e New York con i primi due singoli in inglese, girati a Londra, poi è arrivato il Covid19 che in qualche modo mi ha deviato il corso delle cose impedendomi di ripartire. Tutte le emozioni di quel periodo si sono concentrate nel voler esprimere, nella mia lingua madre questa canzone, mettendo al centro quello che stavamo vivendo mi è venuto naturale scriverlo in italiano. Tra me e questa canzone è scattato un feeling e l'ho voluta tenere per me anche se si discosta un po' da ciò che ho scritto in precedenza.
“SOSPESI” nasce quindi in “momento sospeso”, una canzone che mette al centro l'importanza del rallentare, di dare un cambiamento ad un qualcosa che poi ritroveremo. Questo tempo che stiamo vivendo sicuramente ci ha dato modo di riflettere e il rallentare ci ha dato modo di gustarci le piccole cose, quelle che prima non notavamo, quelle a cui non davamo importanza.

J: Durante questo periodo tu cosa hai notato che prima non notavi?
S: Il fermarsi del Tempo. Nella mia vita, penso come tutti, soprattutto per chi vive nelle grandi città che vive con un ritmo frenetico, questo fermarsi mi ha fatto ritrovare il senso di gustarmi le piccole cose e spostare l'attenzione sulle cose più importanti, ci ha dato una grande occasione, rispettando ovviamente tutte le parti negative che ha portato.

J: Chissà se porteremo sempre con noi le considerazioni e le riflessioni di questo momento di cambiamento, quanto è importante il non dimenticare?
S: Il Fermarci tutti quanti, tutto il Mondo contemporaneamente è strano, quindi penso: come si fa a passare indifferenti a tutto questo, sicuramente c'è una ragione più profonda ed è giusto portare sempre con se le considerazioni e le riflessioni nate in questo periodo. Mi piacerebbe che fosse un po' diversa la realtà al “ritorno”.

J: Attraverso la tua musica e con questo nuovo progetto musicale cosa vorresti che arrivasse a chi ti ascolta?
Non era voluto, ma analizzando anche gli altri due singoli ho notato che il tempo è un concetto che mi tocca molto, nelle mie canzoni c'è uno sguardo a quello siamo, a come viviamo, alla qualità della nostra vita, mi piacerebbe che arrivasse il messaggio di quanto sia importante ritrovarsi e avere altri punti di vista.
J: Arriverà un nuovo singolo?
S: Si, sto lavorando ad un singolo, anche questo in italiano. “Sospesi” mi sta dando tante soddisfazioni, tengo molto a questo brano, diciamo che ha messo un po' di pace sulla mia idea di “me stessa” in italiano. Adesso devo trovare un comun denominatore fra la parte internazionale e quella italiana per creare una coerenza dell'album.

J: Il mondo dello Spettacolo è fermo, soprattutto i Live, come vivi tutto questo?
S: Siamo in “Astinenza” totale, c'è tutto un mondo che gira non solo intorno ai live, tanti progetti non sono usciti quest'anno e ci dispiace avere poca considerazione. Nonostante questo, noi musicisti, avendo una necessità naturale di fare quello che facciamo, perché il nostro oltre ad essere un mestiere è un modo di essere, non possiamo spegnerci, per cui credo che continueremo a fare musica a prescindere.

Sicuramente è importante un riconoscimento governativo del nostro settore e una maggiore tutela.

Grazie “Sista” attendiamo tutte le tue nuove novità.











Fonte: Jennifer Iacovino - Platea Magazine
video
Sista - Sospesi [Official Music Video]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa Privacy
Testo dell´informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa Privacy  obbligatorio