SANREMO 2024 MAHMOOD nella serata dei duetti si esibirà con il brano “Com’è profondo il mare” con TENORES DI BITTI REMUNNU ‘E LOCU

0
80

Nella serata di venerdì 9 febbraio dedicata alle cover, al 74° Festival di Sanremo, MAHMOOD si esibirà con il brano “Com’è profondo il mare” di Lucio Dalla, accompagnato dai Tenores di Bitti Remunnu ‘e Locu, gruppo storico di canto a tenore.

Nato nel 1974 nel paese di Bitti, in provincia di Nuoro, il coro – composto da quattro voci maschili soliste – si è fatto ambasciatore del canto tradizionale Sardo, contribuendo a diffondere questo genere musicale di origine millenaria.

I Tenores contano numerose collaborazioni con diversi artisti del panorama internazionale come Lester Bowie, Ornette Coleman e Frank Zappa. Nel 1996 pubblicano il loro album S’Amore ‘e Mama, prodotto da Peter Gabriel e distribuito dalla sua etichetta discografica Real World Records. Nel 2007 i membri del gruppo sono stati insigniti dell’onorificenza di “Cavaliere della Repubblica Italiana”.

Per due volte vincitore – nel 2019 con “Soldi” (4 dischi di platino) e nel 2022 con “BRIVIDI” (7 dischi di platino) in coppia con Blanco -, l’artista parteciperà in gara quest’anno con “TUTA GOLD”, disponibile in pre-save a questo link.

La canzone, scritta e composta da Mahmood e Jacopo Angelo Ettorre, vede alla composizione anche Francesco Catitti mentre la produzione è a cura di Madfingerz e Katoo.

MAHMOOD ha recentemente annunciato “Nei letti degli altri”, il suo nuovo album, in uscita venerdì 16 febbraio 2024, disponibile in pre-save (a questo link) e in pre-order (a questo link). 

Intimo e introspettivo, “Nei letti degli altri” è una ricerca nella profondità misteriosa dei sentimenti.

Lo spazio personale del letto si fa amplificatore di emozioni comuni, è un luogo e un simbolo in cui tutto accade: si dorme, si sogna, ma si rimane anche svegli a pensare, soffrire, amare, leggere, osservare, e il tempo assume varie velocità. Nei confini del letto ci si confronta con se stessi e si esplorano i rapporti umani e il microcosmo fatto di lenzuola e cuscini diventa una scenografia di vita.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here